Pensieri di Valli senza Segreti

Nel grembo di valli a lungo solcate,
indugia lo sguardo su chiome oscillanti,
sfiorate dal vento come petali d’ali
uniti in boccioli d’estate,
fasci di gemme gementi
che all’aria rivelano il mistico canto.
Scende il meriggio smorzandosi adagio,
dove le vette lontane e bluastre
spengono infine i cieli indorati,
fiamme ghermite dal nudo cobalto
che avanza spandendo l’ombra d’empireo.
Ma niente è l’immenso riflesso negli occhi
se lungi da me il tuo spirto rimane,
e l’infinito nulla diviene
se non una goccia dispersa nel mare,
quando non può specchiarsi ed ampliarsi
nel cuor tuo che batte ad un soffio di fiato.
Che n’è della pace e del vasto splendore,
laddove si perde in due iridi sole
invase da antica cortina di pianto,
rivoli infranti su arcano sorriso
che sorge a ridosso di verde speranza,
muta passione di spirto perduto
per strade straniere ed arida terra?
Ho attraversato le onde dei monti
e ti ho cercato al di là della sera,
ho dato voce ad un canto silvano
e ti ho trovato in eterea armonia,
ove l’anima giace in cuor tuo custodita,
germoglio d’essenza che piano si schiude all’amore.
E tutto è rimasto eppur nulla rimane,
qui dove il vento narra le storie di lacrime e risa,
qui dove gli alberi ascoltano ancora i silenzi dei prati,
qui dove vago in attesa di te,
fra i pensieri di valli senza segreti.

E. Edhilyen

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...