Stelle in Fiore

Quando il grigiore del vespro saliva a rilento,
fra i cori echeggianti del bosco a riposo,
battiti sordi di vita che ascende pulsavano in cuore,
silenti nascendo nell’anima in volo.

Echi di resti di bruma che muore in limpida sera,
vaghe le vesti di nebbie appassite in seno alle valli
sfumavano adagio oltre il vasto silenzio,
muti richiami di speme che danza a tergo l’oblio.

Cantava la voce di libero spirto su rive notturne,
oh cuore mio in ode innalza le luci di tal amor mio,
le ombre ferendo qual spade di stelle in fiore,
candido fuoco nell’alba che piange il nuovo mattino.

Quanto ancor potrà sciogliere il nero in radianza,
tal canto che tace dietro le reti d’immobili frasche?
Avverti vibrare, amor mio perduto,
un fiato che scivola a dire che t’ho rinvenuto.

E. Oriel

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...